Lotta alle fake news: unendo le forze forse si potrà fare qualcosa

04/07/2022 | Social, Web

Le fake news sono una problematica davvero grave: si parla di disinformazione che viene diffusa soltanto a scopo di guadagno tramite click.
Unendo le nostre forze contro le fake news si potrà fare finalmente qualcosa e risolvere una volta per tutte questo fenomeno che crea anche dei disagi nei confronti di chi casca in queste bufale.
Per poter scoprire quello che c’è da sapere in merito a questo argomento, non possiamo fare altro che consigliarti di procedere nella lettura del nostro articolo!

La stretta Europea per la lotta alle fake news

Le fake news, seppur possano sembrare nell’idea collettiva di molti innocue, possono essere realmente pericolose. Basti pensare, infatti, a tutte quelle che si sono diffuse nel periodo della vaccinazione di massa, oppure tutte quelle altre riguardanti degli argomenti ancora più seri.
L’impegno dell’Unione Europea è piuttosto importante in questo particolare ambito. Difatti, è stato annunciato il codice di Condotta volto alla tutela dei clienti contro la diffusione delle fake news. Questo accordo integra anche il supporto costante dei social media e delle aziende che vengono considerate tra le big tech. Ci riferiamo dunque a Google, ma anche a social network come Tik Tok ed Instagram.
Integrare i social è fondamentale proprio perché, nella maggior parte dei casi, le fake news vengono condivise e diffuse proprio lì, ed è importante mettere in sicurezza gli utilizzatori di tali servizi sotto questo punto di vista.
L’obiettivo del codice è anche quello di stoppare i comportamenti errati di chi diffonde le fake news, tra cui l’utilizzo dei bot, creati appositamente, ma anche le false identità sul web e sui social.
Insomma, obiettivo comune del codice di Condotta è quello di ottenere una supervisione totale, in collaborazione con ulteriori enti, in modo tale da poter agire unendo le forze di ognuno per contrastare questo terribile fenomeno che attanaglia la rete.
Sugli stessi portali ufficiali ed istituzionali del Parlamento Italiano dell’Unione Europea sono presenti tutte le indicazioni necessarie per potersi difendere dall’azione delle notizie false, in modo tale da potersi tutelare sotto questo punto di vista.

Come è possibile difendersi dalle fake news?

Per tutti coloro che sono soliti navigare sulla rete e leggere delle notizie, bisogna comprendere tutti i comportamenti necessari per potersi difendere dal figurato attacco delle fake news.
In primo luogo, è un bene non cliccare, o comunque non credere, ai titoli troppo ingannevoli. Difatti, i titoli “acchiappa click” sono studiati proprio per poter ottenere un guadagno dai propri dati personali che vengono immediatamente diffusi, specialmente nel caso in cui la lettura della notizia richieda una registrazione ad un portale oppure inviti al click come ad esempio “Scopri cosa è successo a…”.
Per potersi difendere dalle fake news, inoltre, occorre non credere a tutti i siti web poco conosciuti e dai domini insoliti. Nella maggior parte dei casi sono delle bufale da contrastare a tutti i costi, anche se spesso capita che anche i telegiornali nazionali caschino in queste trappole.
Unendo le nostre forze e quelle degli enti appositi si potrà fare la differenza contro le fake news!

Chi è Anonymous e perché ha preso di mira la Russia?

Chi è Anonymous e perché ha preso di mira la Russia?

L'evoluzione tecnologica oggi permette di assistere a dei veri e propri fenomeni in ambito hacker, in grado di poter entrare praticamente in qualsiasi struttura online grazie a delle abilità fuori dal comune. Purtroppo, mentre la tecnologia fa passi da gigante, l'uomo...

Orari

Dal Lunedì al Venerdì
09:00 - 12:30
15:00 - 19:30

Sabato
10:00 - 12:30
15:00 - 19:30

Dove Siamo

Via Carlo Lessona 4
14100 - Asti (AT)

Contatti

333 666 44 81
info@migliore-informatica.com

contattaci

Contattaci se hai bisogno di informazioni o se vuoi richiedere un preventivo gratuito.

15 + 12 =